Marioara Visan

Lentamente more, chi non viaggia, chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, chi non rischia di sbagliare per realizzare un sogno, chi non segue le sue passioni, chi non cerca la felicita per suo cuore.
Lentamente muore chi si lamenta che la vita e tropo difficile con tutte le sue vicissitudini, lentamente muore chi non desidera la bellezza della vita, e si compiace in mediocrità solo per non sbagliare la strada.
Lentamente muore chi considera che e tropo vecchio per sognare, per sperare, per desiderare, per amare.
Lentamente muore chi non riesce a su ridere quando la vita lo fa piangere, e poso continuare, ma io non voglio morire, ne lentamente ne rapido.
Per questa ho scelto la strada degli immigranti, dove si lotta, si spera e si crede in unna vita migliore. Il viaggio su questa strada e qualche volta insanguinato ma crede timi che quando arrivi a realizzare tuo sogno, tutto quel sangue si trasforma in lacrime di felicità e tutto universo si gode di tua riuscita. Un arcobaleno diventa tua anima e colora il cielo con tua felicita. Po’ essere che quelli che leggono queste parole mi giudicano, dicendo che la vita di immigrante e Lampedusa, si po’ essere cosi , ma anche quelle persone si hanno perso la vita per un sogno , perche non volevano morire lentamente.
Marioara Visan

Centro Interculturale
Divisione Decentramento, Servizi Culturali e Amministrativi
Giovani e Pari Opportunità
Area Cultura, Archivio, Musei e Biblioteche
Corso Taranto 160, Torino - Tel. 011.4429700 - Fax 011.4429729